Storie

smerigliatrice attuale

Ed ecco che mi son trovato invischiato per benino in un problema che io mi auguro voi non dobbiate avere pure voi, dato che io vi dico è una delle cose più noiose e peggiori che si possano avere. Insomma, ieri mi son preso la mia bella smerigliatrice migliore che tengo al suo posto in un angolo del mio garage, e poi ecco che mi metto a usarla e dopo dieci minuti non funziona più. Chiaramente smette di funzionare quando già hai fatto un buon pezzetto di lavoro e così lasci il lavoro a metà.

Io non so se lo è solo per me, ma forse lo è invece anche per voi, che lasciare il lavoro così a metà è una cosa quanto mai fastidiosa! Io infatti mi son trovato a detestare questa situazione e a chiedermi allora che cosa potessi fare per risolvere il problema. Però poi mi chiedo se anche voi ne pensate la stessa cosa oppure no, ma insomma nel caso me lo direte. In fondo però a mio parere la unica soluzione possibile è la totale sostituzione della smerigliatrice.

Ecco allora che uno si dice anche ma per quale motivo mai mi devo mettere a dover rifare questo e quello, e a riprendere il lavoro a un certo punto da quando mi ero interrotto. E tutto forse però anche per una cattiva valutazione e cura del mio prodotto, e dunque dal prossimo che ho acquistato nuovo ho deciso di stare molto ma molto più attento, in modo da evitare che succeda di nuovo questa cosa quanto mai scomoda. A voi è mai successo di incappare in un problema di questo tipo oppure no?

Le noie del fai da te interrotto a metà

Sono ben certo che molti di voi lettori capiscono per bene che cosa io ho dovuto sorbirmi per il fatto di vedere interrotto il lavoro a metà, e che questa cosa è proprio il massimo del fastidio. Ma insomma, io vi consiglio allora di stare bene attenti e di verificare che cosa fare di volta in volta volete fare. Verificate insomma lo stato di salute della vostra smerigliatrice, per capire cosa e quanto ci possiate fare. E poi, in secondo luogo, il mio più personale consiglio è quello di acquistare anche un eventuale ricambio da usare in tipo di modo istantaneo, per migliorare al meglio che cosa vi ci possiate fare.

una scopa a vapore non fa male a nessuno

E direi proprio, anche perché non è mica di un mostro che siam qui a parlare, o no? E allora non abbiate paura e vediamo di andare avanti e di procedere così in questo senso e a parlare allora di queste nuove e belle scope a vapore per vedere se anche a voi potrebbero piacere oppure no. E in effetti io ho notato come tra le mie amiche e poi anche e pure le mie colleghe questo nuovo e comodo prodotto stia per davvero impazzando. Ma state ben attenti a quale modello scegliere!

Ma poi e inoltre io chiedo che cosa puoi andare a cercare o a comprare la scopa a vapore migliore per voi e comunque e pure da un punto di vista totale e collettivo e invece e inoltre così. E comunque io dico che il vostro punto di riferimento in ottica di ruolo di scopa per la pulizia della casa deve essere in assoluto e in tutto e per tutto una scopa a vapore, la quale di certo vi offre tutto quello che voi volete e che voi cercate, e sia ben chiaro che non lo dico tanto per, eh!

Ma in specie io vorrei che guardaste anche a quanto si possa fare e a quale ottimale utilità possa dare un pulitore a vapore e che sia in ambito domestico utilizzato per la casa da una donna o da una domestica o da un uomo anche e in fondo io dico perché no? Perché pure gli uomini devono aiutare in casa, non siamo mica più nel maschilismo di un tempo in cui il padre lavorava e la madre sola soletta in casa a curare la propria casa e i figli e basta.

Comoda, pratica e utile

Insomma, essa io penso risponde a tutto quanto una persona può andare a chiedere a un aspirapolvere o a una scopa o a come voi la vogliate chiamare, e penso poi e pure che voi possiate anche qui e pure essere in accordo con me. Si dovrebbe infatti sempre stare ben attenti a curare la propria casa e a tenerla pulita perché altrimenti sai tu le schifezze che ci possono entrare, e insomma se si ha figli in specie è bene stare molto attenti.

Dunque prova e compra una bella scopa a vapore e vedi se non è proprio quello che tu stavi aspettando!

problemi con le lenti

Potrà pure sembrarvi una cosa ottusa da dire, ma ahi me non è affatto così: vi starete chiedendo cosa vi sia poi di così tanto difficile da indossare in un paio di lenti a contatto. Apri la loro confezione, indossi le lenti a contatto una per una, e poi esci in tranquillità da casa tua, che sia durante un uso di giorno in giorno oppure da usare per andare in vacanza. Insomma, io penso però che per quello che ho speso quando la ho saldata, vi sia di per certo una grande convenienza e una notevole opportunità di analizzare più a fondo e di analizzare con maggiore cura i suoi possibili usi.

In fondo, io penso che se abbiamo una lettura o una cura quanto mai frivolo di quanto si possa fare con un paio di lenti a contatto, allora sì che è di sicuro vero che possiamo anche limitarci a usarli in modo il più facile e il meno articolato possibile. Ma se invece volessimo stare anche un poco più attenti ai possibili usi alternativi e ulteriori che si possono attribuire a un paio di lenti a contatto migliori, allora ecco che la nostra scomposizione deve farsi ben molto più studiata a fondo, e questo già in sé e per sé, io vi dico e spero che voi stessi ve ne siate ben accorti anche qui e fin da subito.

Per quanto mi riguarda, di recente sono stato molto attento a queste probabilità, e ho allora notato che in effetti e in modo quanto mai sciocco, è ben possibile rivalutare ogni posizione sul mercato del prodotto con una grande e buona concentrazione quali consumatori. In fondo, se ci pensate bene, siamo noi che spendiamo il nostro denaro, e dunque e pure in quanto clienti abbiamo il diritto di ottenere tutto quanto ci viene promesso dal venditore e dal produttore e allora e poi così via.

Una attenzione più sensibile e concreta

Voi pensate che di solito una persona media in Italia si ferma tanto o poco prima di determinare se comperare una cosa o no? Beh, se il prezzo della singola unità è alto, di per certo si ferma tanto a pensare e investe allora e anche tanto del proprio tempo, in modo da poter approfondire ognuna delle sue attenzioni. Ben diversa è invece la sua attenzione quando la circostanza che si trova a dover valutare è ben diversa: e questo in specie se il prezzo unitario è basso.

un pianeta di levigatrici

Ho trovato un portale che è a dir poco spettacolare, il quale non solo ti consiglia su quale levigatrice acquistare in quanto è la migliore per te, ma addirittura ti dice dove puoi comprarla con sconti e promozioni ottime. Insomma, non solo tanta ma tanta qualità, ma anche un bel e vero risparmio! Io credo che più di così ci sia ben poco da chiedere o da sperare, e che ci si debba invece far proprio e subito sotto e cogliere questa occasione al volo.

Se appunto e allora vi fidate di questo mio parere e in specie di questa mia segnalazione, allora vi consiglio fin da subito di mettervi a cercare sugli appositi motori di ricerca dove sia possibile trovare uno di questi siti di comparazione per trovare tutto quanto e tutto quello che volete dal mercato. Che in fondo poi una levigatrice nuova serve un po’ a tutti, e io credo che se ci si muove in tal senso e non solo in sé e per sé ci si trova in un mondo davvero ma davvero opportuno e conveniente, che ci si faccia in tutto e per tutto convinti di ciò, io dico.

Ma allora quali motivi ci dovrebbero essere per muovere una critica a un sistema di levigazione in specie rispetto a uno che sia altro e diverso e che magari allora e pure abbia un funzionamento in sé e per sé diverso? Beh, il fatto è ben semplice io credo, e si basa su quello che è lo strumento logico e deduttivo del paragone tra elementi di qualità e di forma e di contenuto e di potenza e così via che siano via via e tra di loro comparabili, appunto, e ciò rende chiaro il tutto senza alcun minimo problema.

Un acquisto perfetto a basso costo!

E ciò io non dico solo e perché tu sia un folle o un matto o chissà cosa altro, ma soprattutto e io dico anche e credo che sia perché in fondo noi tutti vorremmo trovare la levigatrice perfetta per le nostre esigenze di lavoro sia in fai da te che in ambito professionale, e che sia o che non sia poi anche e pure di tipo completo o totale. E che sia poi anche e pure per fini o scopi personali o appunto e pure in aiuto a chi abbia bisogno di una mano, e sia chiaro.

storie che meritano di esser raccontate

Sarà capitato anche a voi di pensarlo. Venite a conoscenza da un amico, reale o virtuale che sia, di una storia, di un accadimento, di un evento che vi rimane impresso. Nella mente, nel cuore, chissà: magari anche solo nello stomaco, un torcersi delle budella a cui non sapete proprio resistere. Ed ecco che arriva, fulmineo e inaspettato, quel pensiero: “è una storia che merita di essere raccontata”.

Una storia che avrebbe un pubblico, una storia che potrebbe suscitare, anche in altre, magari in molte altre persone, sensazioni ed emozioni forti almeno quanto quelle che hanno suscitato in voi. Spesso, però, non è facile raccontarle in parole: ed ecco che qui ci aiuta il teatro. Quanto bello potrebbe essere trasformare in realtà questa storia?

Chi è dotato anche di abilità di danza, ed è capace di muovere gambe e braccia a tempo con i ritmi della storia, potrebbe cercare di immergerla in un esempio nostrano di teatrodanza. Lo si potrebbe trasformare in uno sketch umoristico, o in una piece drammatica. Insomma, sarà la storia e la nostra visione o interpretazione della storia a dettare come essa verrà effettivamente a essere rappresentata sul palco.

Certamente non si deve dimenticare che, aspetto preliminare ma fondamentale, è necessaria una buona sceneggiatura per rendere interessante una storia rappresentata su un palco di teatro. Dovrete ricercare un buono sceneggiatore (o una buona sceneggiatrice, e che diamine!) che sappia trasmettere nei gesti le emozioni e la forza della storia.

Storie, storie, storie. Ma come si può decidere quando una storia sia degna di essere rappresentata a teatro da una compagnia di appassionati? Non basta, come è evidente, che questa storia susciti in noi un’emozione: è anche necessario che questa sia una storia che possa trovare l’interesse di un pubblico, più o meno ampio, ma al contempo che piaccia a voi. Sono tante condizioni, eh, ragazzi? Ma non abbiamo mai detto che il teatro sia una cosa facile: è un’arte, e ogni arte richiede passione, dedizione e sacrificio. Dovete informarvi: raccontate la storia ai vostri amici, e vedete come reagiscono. Vi sembra che possa avere anche un potenziale scenico, sia a livello di recitazione che a livello di sceneggiatura e fondali? La scenografia è un aspetto fondamentale, a meno che non siate così bravi da ricostruire la scena col solo potere evocativo della vostra voce, delle vostre parole e della vostra gestualità.

Ma in fondo, potrebbe anche piacere solo a voi, questa nostra benedetta storia! In questo caso, perché non metterla comunque in scena per il piacere vostro e dei vostri colleghi? Magari anche solo a livello di esercitazione, insomma per tenervi caldi e in forma, perché il teatro è un’arte che non permette di essere abbandonata o dimenticata. Va sempre esercitata, finché vi dà piacere, questo è ovvio. E voi avete mai sentito storie che non avete potuto rappresentare? Oppure siete riusciti a trasformare in rappresentazione teatrale una storia che avevate sentito? E che effetto ha avuto sul vostro pubblico? È piaciuta? Li ha catturati? Ditecelo!